Cercare nel blog.

sabato 6 giugno 2015

Lezione 158 del libro di esercizio. Oggi imparo a dare tale come ricevo.

Sat Nam bello essere! Respira profondamente e apri la tua mente all'idea di oggi. Chiudi gli occhi di a te stesso: riposo in Dio. Senti quella presenza divina che è dentro della tua mente e chiedi: Spirito Santo che sei nella mia mente aiutami a capire questa idea di oggi. Aiutami ad essere ogni istante nel presente, osservando ogni cosa che succede nella mia mente per poter comprendere che nulla è reale e liberarmi. Grazie ti amo
Lezione 158.
Oggi imparo a dare tale come ricevo.
1. Cosa ti è stato dato?

Ti è stato dato la conoscenza che sei una mente, che ti trovi in una mente e che non sei che una mente, per sempre libera del peccato e totalmente libera di paura per il fatto di essere stata creata dall'Amore.

Non hai abbandonato la tua Fonte, pertanto continui ad essere tale e come sei stato nella stessa maniera che lo sono tutte le cose che vivono perché soltanto attraverso esso vivono.

2. Hai ricevuto tutto questo.

Non c'è nessuno in questo mondo che non lo abbia ricevuto.

Non è questa la conoscenza che tu trasmetti ad altri, perché quello è la conoscenza che la creazione ha dato.

Niente di questo può essere imparato.

Cosa è allora quello che imparerai a dare oggi?

La nostra lezione di ieri ha evocato un tema che è esposto all'inizio del testo.

L'esperienza, la differenza della visione non può essere condivisa in una maniera diretta.

La rivelazione che il Padre e il Figlio sono Uno arriverà ad ogni mente nel suo momento e nel suo tempo.

Sebbene quel momento è determinato dalla mente stessa, perché è qualcosa che non può essere insegnato.

3. Quel momento è stato già fissato.

Questo sembra di essere arbitrario.

Nonostante non c'è nessuno che possa dare neanche un passo per caso attraverso il cammino.

Tutti lo hanno dato già anche se tuttavia non hanno intrapreso la giornata.

Perché il tempo soltanto da l'impressione che si muove in una sola direzione.

Non facciamo che intraprendere una giornata che è già finita.

Nonostante sembra come se stesse nel futuro che ancora ci è sconosciuto.

4. Il tempo è un trucco, un gioco di mani, una gigantesca illusione nella quale le figure sembrano di andare e tornare come se fosse magia.

Nonostante le apparenze c'è un piano che non cambia mai.

Il copione è stato già scritto.

Il momento nel quale arriverà l'esperienza che mette fine a tutti i tuoi dubbi è stato fissato.

Perché la giornata soltanto può essere vista dal punto dove finisce, da dove possiamo vedere in retrospettiva, immaginarci che la intraprendiamo un'altra volta e revisionare mentalmente quello che è accaduto.

5. Un insegnante non può dare la sua esperienza, perché non è qualcosa che lui ha imparato.

Questa è stata rivelata da se stessa a lui nel momento che è stato segnalato.

La visione nonostante è il suo regalo.

Questo lui lo può dare direttamente, perché la conoscenza di Cristo non è stata persa, giacché Egli ha una visione che può dare a qualsiasi che la chiederà.

La Volontà del Padre e la Sua sono unite nella conoscenza.

Nonostante c'è una visione che lo Spirito Santo vede perché la mente di Cristo anche la contempla.

6. Qui il mondo dei dubbi e delle ombre si unisce con quello che è intangibile.

Qui c'è un luogo tranquillo nel mondo che è stato santificato dal perdono e dall'amore.

Qui sono riconciliate tutte le contraddizioni, perché qui finisce la giornata.

La esperienza che non può essere imparata, insegnata o vedere, semplicemente si trova lì.

Questo è qualcosa che è oltre i nostri obbiettivi, perché trascende ciò che è necessario ottenere.

Ciò che ci interessa è la visione di Cristo.

Questo si che lo possiamo raggiungere.

7. La visione di Cristo è governata da una sola legge.

Non vede il corpo, né lo confonde con il Figlio che Dio ha creato.

Contempla un luce che si trova oltre il corpo, una idea che è sottostante oltre ciò che può essere toccato, una purezza che non si vede sminuita dagli errori, dagli lamentabili sbagli e dagli terroristici pensieri della colpevolezza nati dai sogni del peccato.

Non vede separazione.

E contempla tutti e tutte le circostanze, eventi o successi senza che la luce si possa vedere sminuita minimamente.

8. Questo può essere insegnato e quello che vuole raggiungerlo deve insegnarlo.

L'unica cosa che è necessario è il riconoscimento che il mondo non può dare niente il cui valore possa neanche remotamente paragonarsi con questo, né fissare un obbiettivo che non possa sparire una volta che avrà percepito questo.

E questo è ciò che farai oggi: non vedrai nessuno come un corpo e saluterai tutti come il Figlio di Dio, riconoscendo che è uno con te nella santità.

9. Così è come i loro peccati saranno perdonati perché la visione di Cristo ha il potere di ignorare tutti gli errori.

Nel Suo perdono svaniscono.

Per il fatto di essere impercettibili per l'Uno, semplicemente spariscono, perché la visione della santità che si trova oltre loro occupa il loro posto.

Non importa in quale forma si manifestavano, né quanto grandi sembravano di essere né chi sembrava di soffrire le loro conseguenze.

Non sono già lì.

E tutti gli effetti che sembravano di avere sono spariti insieme con loro nell'essere stati sradicati per non tornare mai più.

10. Così è come imparerai a dare tale come riceverai.

E così è come la visione ti contempla anche.

Questa lezione non è difficile di imparare se ricordi che in tuo fratello vedi te stesso.

Se lui si trova immerso nel peccato tu anche lo sei, si vedi la luce in lui è che hai perdonato te stesso i tuoi peccati.

Ogni fratello con cui ti troverai oggi ti darà una nuova opportunità per permettere che la visione di Cristo possa brillare su di te e ti offra la pace di Dio.

11. Quando arriverà questa rivelazione è irrilevante, perché non ha niente a che vedere con il tempo.

Nonostante il tempo ancora ci ha riservato un regalo, nel quale la vera conoscenza è riflessa in una maniera tanto precisa che la sua immagine condivide la sua invisibilità e la sua somiglianza risplende con il suo amore immortale.

La nostra pratica di oggi consiste nel vedere tutto con gli occhi di Cristo.

Attraverso i santi regali che daremo, la visione di Cristo contemplerà anche noi. Un corso di miracoli.

Se hai qualche dubbio, hai bisogno di qualsiasi spiegazioni mandami un email.  Mi puoi trovare anche su Facebook. Grazie ti amo. 

Grazie bellissimo essere per essere presente nella mia vita e per leggere i miei post. Pioggia di benedizioni e abbondanza. Ti amo. Tu sei me e io sono te. Namastè. GoogleTutti post del corso di miracoli.

Post più popolari